Io la penso così

Uccidere la speranza è una delle peggiori cose che si possa fare ad un essere umano …

Guarda come giustamente i “medici senza frontiere” si rifiutano di firmare un “codice di comportamento” che non è una “legge”. Questo mi fa ancora sperare vedendo loro e mi rattrista poichè significa che faranno di tutto per fermarli “salvando la faccia” così come fanno ributtando in “pasto ai leoni” chi i nostri egoismi non sanno accettare.

L’operazioni italiane a sostegno dei pattugliamenti libici mi suonano molto simili al mandante che non ha la forza di fare lui il “lavoro sporco”. Il mandante conosce bene i metodi che verranno usati e si “salva la faccia” dicendo che provvederà a vigilare e a fare in modo di correggere … per quanto gli sarà possibile di fare e sa già che questo sarà ben poco rispetto al reale bisogno. Legalmente forse è perfetto; moralmente è inaccettabile, secondo la mia morale che forse non è più la “morale corrente”.

Rispetterò le leggi e mi farò da parte, per non essere complice nel doverle applicare di persona. Medici senza frontiere verrà costretta a smettere e così non potrà neppure più “salvare” chi la costringerà a farlo.

“Spremiamo” da sempre l’Africa … e ci meravigliamo che scappino … tra non molto ce ne chiederanno ragione e saranno in tanti a farlo. Considera che dei milioni, che fuggono spostandosi in Africa da una nazione all’altra, sono pochissimi quelli che arrivano oggi a morire nel mediterraneo o in Libia dopo essere stati respinti dall’Europa. L’apice del disastro per noi lo si avrà quando arriveranno anche quegli altri milioni già ora  in fuga.

Perchè le bombe in francia e in inghilterra e non in italia? Forse perchè gli immigrati da loro sono alla terza generazione mentre da noi sono solo alla prima. In francia ed in Inghilterra quelle due generazioni precedenti sono state sostanzialmente “rifiutate” ed emarginate; certo ben poco integrate.

Non ci vuole molta fantasia per capire cosa ci sta aspettando se faremo così anche noi e/o continueremo con questa sterile e pericolosissima politica del rifiuto. Nessuno di noi può dire che la cosa non lo riguarda. Non è buonismo è solo buon senso.

Quale alternativa ?! Un onesto e imparziale filtro (fattibile operativamente ovunque … nelle nubi come per es. in Sud Africa) che sappia identificare chi ha il diritto e noi il dovere di aiutare; una integrazione che sia rispettosa della storia di tutti; un essere noi disponibili anche a divenire “meno ricchi”. Il tutto nel rispetto della sacralità della singola vita di ognuno; nostra e loro.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: