La poca acqua piovana rimasta nel bacino di Sololo non potrà durare più di una decina di giorni da oggi. I bacini dei villaggi fino a 20 Km di raggio da qui sono già tutti esauriti.Questa gente, con il bestiame rimasto, si va a sommare alla popolazione residente in città. Popolazione raddoppiata negli ultimi due anni grazie alla pista asfaltata e con lei al “progresso” in arrivo; mentre il bacino dell’acqua e le altre fonti sono rimasti sempre gli stessi. C’è un’unica autocisterna che deve fare servizio anche per l’area di Moyale. Circa 200 km di raggio.
Rispetto alla siccità del 2011, cosa è cambiato? Apparentemente nulla. C’è una sede della croce rossa con il diritto di provvedere accentrando ogni aiuto e con mezzi che non le potranno mai bastare, per quanto tanti gliene si vorrà dare … Il dato vero è che noi non abbiamo le disponibilità economiche per fare fronte a questi bisogni; come abbiamo dimostrato di saper fare nel 2011. Per ora non ci sono aiuti e probabilmente arriveranno tardi e insufficienti. Quello che ci aspetta lo conosciamo e non è certo edificante pensare di restare a guardare questo spettacolo da spettatore passivo.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: