Il Progetto-Sololo di oggi, avrà futuro ?

Will today’s Project-Sololo have a future?

Risponde Pino Bollini.

Pino Bollini replies.


  • Le attuali condizioni generale del Progetto Sololo: “nonostante l’ottimo stato di salute, è in prognosi riservata per ragioni economiche“.
    • The current general conditions of the Sololo Project: “despite the excellent state of health, it is in prognosis reserved for economic reasons”.
  • Che tipo di progetto è ? “genera contrasto alla “povertà estrema” in un contesto di “emergenza cronica”; in altre parole: è un sostegno per l’affrancamento progressivo dalla “povertà estrema””.
    • What kind of project is it? “Generates contrast to the” extreme poverty “in a context of” chronic emergency “; in other words: it is a support for the progressive liberation from” extreme poverty “”.

progSololoPovertà estrema = “condizione di vita permanentemente sotto alla soglia minima di rispetto dei “diritti umani primari” (diritto alla vita, salute, casa, educazione, lavoro)”.
          Extreme poverty = “a condition of life permanently below the minimum threshold of respect for” primary human rights “(right to life, health, home, education, work)”.
Emergenza cronica = condizione di sproporzione permanente tra i bisogni primari e le risorse disponibili per un’efficace risposta umanamente dignitosa”.
          Chronic emergency = condition of permanent disproportion between primary needs and available resources for an effective humanly dignified response “.

STORIA

HISTORY

  • Il progetto nasce nel 2003, su richiesta  degli anziani dei villaggi dell’area di Sololo, per prevenire il fenomeno dei “ragazzi di strada”; allora incombente per il crescere nella popolazione delle morti correlate all’aids. Incremento che metteva in crisi il sistema di risposta e mutuo soccorso tradizionale.
    • The project was born in 2003, at the request of the elders of the villages in the Sololo area, to prevent the phenomenon of “street children”; then incumbent on the increase in the population of deaths related to AIDS. Increase that undermined the traditional response and mutual aid system.
  • L’inizio ufficiale del Progetto-Sololo è databile all’anno 2010, quando ne avvenne la cessione, dopo la fase di avviamento strutturale ed edile, da parte dell’ong italiana CCM all’ong kenyana CIPAD.
    • The official start of the Sololo Project can be dated to 2010, when the sale, after the structural and building start-up phase, by the Italian CCM NGO to the CIPAD Kenyan NGO took place.

Fam-061 (1)_450x600 Fam-062 (1)_800x600 0374 (2)_800x600

  • La registrazione dei dati generali di gestione, negli appositi database, è iniziata a partire dal 2012. In precedenza le registrazioni risultano essere state raccolte con sistema di archiviazione cartacea conservato da Cipad.
    • The registration of general management data, in the appropriate databases, started in 2012. Previously, the records were collected using a paper archiving system kept by Cipad.

      Queste registrazioni consentono di dimostrare oggi che il “Progetto-Sololo”:

      These recordings allow us to demonstrate today that the “Project-Sololo”:Zeituna Godana-0393 (2)

      • ha raggiunto il suo obiettivo iniziale di prevenire il fenomeno dei ragazzi di strada. Ad oggi nell’area di Sololo non ci sono ragazzi di strada;
        • has achieved its initial goal of preventing the phenomenon of street children. To date there are no street children in the Sololo area;
      • è andato ben oltre al suo obbiettivo iniziale dimostrandosi un efficace strumento di lotta alla “povertà estrema”.
        • he went well beyond his initial goal and proved to be an effective tool in the fight against “extreme poverty”.

STATO ATTUALE

CURRENT STATE

Il Progetto-Sololo  dal 2010 mantiene, costante il numero di beneficiari: circa 300Fam-072_800x600 minori orfani e/o particolarmente vulnerabili e circa 100 famiglie in povertà estrema. Inoltre sono  da considerarsi anche le due famiglie del Villaggio Obbitu Children. Villaggio che fù appositamente realizzato per l’affido, da parte dell Tribunale dei Minori del Kenya, di quei minori che non trovano accoglienza presso le altre famiglie della comunità di Sololo.  Anche gli interventi estemporanei e/o ricorrenti di assistenza sociale sono parte importante del progetto. In sintesi, questo è ciò che eroga il Progetto Sololo ai suoi beneficiari (continua a leggere).

The Project-Sololo since 2010 maintains, the number of beneficiaries constant: around 300Fam-072_800x600 orphans and / or particularly vulnerable children and about 100 families in extreme poverty. In addition, the two families of the Village Obbitu Children should also be considered. Village that was specially built for the foster care, by the Kenya Minors’ Tribunal, of those minors who do not find accommodation with the other families of the Sololo community. Even impromptu and / or recurrent social assistance interventions are an important part of the project. In summary, this is what the Progetto Sololo delivers to its beneficiaries (read on).

Fam-105(affected by Flood after Sololo Makutano Dam Bust) (7)La regolare registrazione dei dati gestionali del Progetto-Sololo, ha consentito di  documentare come il numero totale delle famiglie e dei minori beneficiari si mantiene costante nel tempo grazie al continuo rinnovo dato dall’arrivo dei nuovi accessi che vanno a  sostiture le famiglie che gradualmente lasciano il progetto.

The regular recording of the management data of the Project-Sololo, has allowed to document how the total number of families and minor beneficiaries remains constant over time thanks to the continuous renewal given by the arrival of new accesses that go to replace the families that gradually leave the project.

DSCN8998_800x600Le famiglie escono dal progetto, appena raggiungono una loro emancipazione  minima che gli consenta l’ autosostentamento permanente, nel loro contesto di vita nativo, estremo e particolarmente difficile, che è quello dell’area di Sololo.

Families leave the project, as soon as they reach their minimum emancipation that allows them permanent self-sufficiency, in their native, extreme and particularly difficult life context, which is that of the Sololo area.

Le famiglie, raggiungono la capacità di autosufficienza in tempi diversi; in media si sono dimostrati necessari 5 anni di permanenza nel progetto. Le diversità del tempo richiesto, dipendono da: condizioni della famiglia al momento della ammissione al progetto; capacità di impegno dei loro componenti; età del capo famiglia; età dei minori; numero totale di componenti e non ultima la disponibilità economica che i sostenitori sono in grado di garantire nei momenti di maggiore difficoltà, quali la carestia che segue i ricorrenti periodi di siccità.

Fam-105(affected by Flood after Sololo Makutano Dam Bust) (3)Families reach the capacity of self-sufficiency at different times; on average 5 years of stay in the project proved to be necessary. The differences in the time required depend on: family conditions at the time of admission to the project; capacity of commitment of their members; age of the head of the family; age of minors; total number of members and last but not least the economic availability that the supporters are able to guarantee in the moments of greatest difficulty, such as the famine that follows the recurring periods of drought.


CONCLUSIONI:

CONCLUSIONS:

  • Il Progetto-Sololo è un efficace strumento di prevenzione del fenomeno dei ragazzi di strada;
    • The Sololo Project is an effective tool for preventing the phenomenon of street children;
  • Il Progetto-Sololo è un efficace strumento di emancipazione delle famiglie in “povertà estrema” che riescono, grazie questo sostegno, a raggiungere la loro autosufficienza atta ad un contesto di vita caratterizzato da condizioni particolarmente difficili, dove lo stesso Progetto Sololo non potrà mai trovarvi le necessarie  fonti sufficenti per il suo autosostentamento.
    • The Sololo Project is an effective tool for the emancipation of families in “extreme poverty” who succeed, thanks to this support, in reaching their self-sufficiency for a life context characterized by particularly difficult conditions, where the Sololo Project itself will never find you the necessary sufficient sources for its self-sufficiency.

Fam-062 (2)_800x600 Fam-061 (3)_800x600TUTTAVIA:

HOWEVER:

  • La raccolta attuale dei fondi necessari al progetto, raggiunge solo circa i due terzi del necessario. Questo obbliga alla ricerca di sponsorizzazioni per la copertura della parte mancante; senza la quale il Progetto-Sololo, nonostante i suoi brillanti e documentati successi, sarà condannato a spegnersi.
    • The current collection of funds necessary for the project reaches only about two thirds of the necessary. This forces the search for sponsorships to cover the missing part; without which the Progetto-Sololo, despite its brilliant and documented successes, will be condemned to die out.
  • Si sa che ognuno di noi da solo non può ottenere ciò che è possibile ottenere con l’unione degli sforzi di tanti.
    • It is known that each of us alone cannot achieve what is possible with the combined efforts of so many.
  • A mio parere, Dio o, per chi non crede, la Coscienza laica (quella innata nell’Uomo che è finalizzata alla conservazione della specie) chiama ognuno di noi ad intervenire nelle situazioni di bisogno dicendogli: “Io ho mandato te”.
    • In my opinion, God or, for those who do not believe, the secular Consciousness (the one innate in Man that is aimed at the preservation of the species) calls each of us to intervene in situations of need by telling him: “I sent you”.
  • A questa affermazione la mia risposta è: “OK, ma io da solo non basto; c’è bisogno di altri.” La mia speranza è che anche tu, caro lettore, sia uno degli “altri” che sto aspettando.
    • To this affirmation my answer is: “OK, but I alone is not enough; there is need of others. “My hope is that you too, dear reader, will be one of the” others “I am waiting for.

Grazie per l’attenzione, pino

Thank you for your attention, pino


A conferma di quanto sostenuto qui sopra …

To confirm what has been stated above …

ecco qui di seguito alcune conclusioni che emergono dall’analisi dei dati raccolti in nove anni di attività del progetto.

here are some conclusions that emerge from the analysis of the data collected over nine years of project activity.

(Nota: dopo un periodo molto breve di permanenza nel Progetto-Sololo, 2 famiglie si sono trasferite definitivamente in aree lontane da Sololo; per questa ragione, non vengono considerate nei conteggi analitici).

  • SharedScreenshot
  • Totale Famiglie sostenute dall’inizio del progetto: 135
  • Totale famiglie dismesse: 37
  • Totale famiglie in forza ma “pronte alla dismissione”: 21
  • Totale famiglie in forza ma “in valutazione se realmente pronte alla dismissione”: 19
  • Attualmente sono in corso di sostegno 98 famiglie;
  • Le famiglie raggiungono la capacità di autosufficienza in tempi diversi, che in media si sono dimostrati essere di 5 anni, in ragione di: loro condizioni di partenza; loro capacità di impegno; età del capo famiglia; età dei minori; numero totale di componenti e non ultima la disponibilità economica che i nostri sostenitori sono in grado di garantire nelle varie vicissitudini.
  • Riguardo alle 37 famiglie già dismesse, risulta:
    • Le dismissioni sono avvenute in media dopo 5 anni dalla loro entrata nel Progetto Sololo
    • Il capo famiglia risulta essere:
      • la madre singola in 11 casi
      • la nonna in 14 casi
      • il padre in 2 casi
      • un famigliare non genitore in 5 casi
      • un non famigliare in 5 casi
    • la media del numero dei componenti della famiglia è di 5 membri
    • nella quasi totalità delle famiglie il numero dei componenti si è gradualmente ridotto nel tempo, tra il momento dell’ammissione al Progetto-Sololo e la dimissione dallo stesso. Ciò è indice del graduale affrancamento dei singoli componenti, grazie ai sostegni “globali” forniti per rispondere ai bisogni essenziali primari. (famiglia, casa, salute, educazione, lavoro o trasferimento autonomo presso parenti, anche geograficamente lontani, dopo aver raggiunto l’età e le condizioni minime per poterlo fare.)
  • Riguardo alle 40 famiglie potenzialmente già dimissibili, risulta:
    • Anche loro, sono pronte o sono vicine alla dimissione, in media dopo aver trascorso 5 anni nel Progetto-Sololo
    • Il capo famiglia risulta essere:
      • la madre singola in 32 casi
      • la nonna in 8 casi,
    • la media del numero dei componenti della famiglia è di 4 membri
    • anche in queste famiglie, il numero dei componenti è diminuito nel tempo, tra il momento dell’ammissione al Progetto-Sololo e la dimissione dallo stesso. Ciò è indice del graduale affrancamento dei singoli componenti, grazie ai sostegni “globali” forniti dal “Progetto-Sololo” per la risposta ai bisogni essenziali (famiglia, casa, salute, educazione, lavoro) Alcuni minori, dopo aver raggiunto l’età minima per poterlo fare si trasferisce, con una propria autonomia in autosostentamento, presso parenti, anche geograficamente lontani.

Fam-022 (1)_800x450 Fam-022 (6)_800x450 Fam-059 (1)_337x600

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: