(vai alla versione inglese)


In sintesi ecco il percorso e gli aiuti previsti per i Beneficiari del “Progetto Sololo”

  1. Fam-133 (1)_800x600Il potenziale beneficiario, che ritiene di avere le caratteristiche di ammissibilità ai progetti, innoltra la sua richiesta su apposito format.
  2. La richiesta deve essere accompagnatà dal nulla osta di avvallo da parte dell’Autorità Governativa locale (il sindaco del villaggio di residenza)
  3. La richiesta viene valutata dal Comitato di Gestione (organo consultivo i cui membri sono rappresentanti di tutta la comunità; governativi inclusi) che se la ritiene congrua, la innoltra al MT (organo deliberativo)
  4. Il MT delibera l’ammissione a maggioranza segreta dei suoi 3 membri.
  5. Il beneficiario, secondo la qualità del suo bisogno, viene ammesso in uno dei seguenti Progetti:
    • Progetto-Sololo
    • Progetto di Assistenza Sociale
    • Progetto-Studenti
    • Progetto-Vocational
    • Progetto Farmaci per patologie croniche


Progetto-Sololo

  • Il beneficiario è ammesso al Progetto-Sololo con tutta la sua famiglia.
  • La famiglia riceve:
    • l’assicurazione sanitaria nazionale del Kenya per tutti i componenti così d’avere gratuitamente l’assistenza sanitaria offerta dall’ospedale e dai dispensari governativi;
    • ogni sei mesi la visita dell’assistente sociale che valuta le condizioni generali e le necessità del momento, segnalando  l’eventuali necessarie integrazioni e/o sostituzioni da farsi;
    • cibo; distribuito mensilmente in quote fisse ed integrato secondo necessità da buoni acquisto presso i negozzi della città di Sololo;
    • in occasione della prima visita viene dato il “Kit-casa”, o la sua integrazione, che è composto, qualitativamente e quantitativamente,  in relazione al numero dei componente la famiglia ed è costituito da:
      • una cassa metallica contenente: fornello tradizionale per cucinare, pentole grande e media, mescoli, cucchiai, piatti, tazze, vassoio grande e medio;
      • 1 gerica da 100/litri e 2 da 20/litri;
      • zanzariere, materassi, coperte, pasticche per la potabilizzazione dell’acqua;
        • quando necessario, e se possibile, riceve inoltre:
      • un “kit solare” per l’illuminazione mediante due lampadine;
      • una nuova casa e/o la sua ristrutturazione;
      • un wc;
      • un asino;
  • Il minore riceve:
    • il “kit-minore” che è compossto da: due paia di vestiti; un paio di scarpe; una divisa scolastica;
    • il  materiale scolastico necessario
    • un premio speciale, se alla fine del trimestre risulta tra i primi 5 allievi della sua classe
    • ogni sei mesi un controllo sanitario
      • la prima visita sanitaria comprende:
        • controllo dello stato delle vaccinazioni,
        • test infezione HIV,
        • controllo sanitario con valutazione stato nutrizionale
        • verifica la presenza o meno di patologie croniche
  • Il minore, se privo di tutela famigliare,
    • viene accolto nell’Obbitu Village mediante affido a norma di legge deliberato dal tribunale dei minori. L’assistenza è condotta nel rispetto della normativa nazionale in merito ai minori e dalla costante collaborazione con l’ufficiale governativo per la tutela dei minori.
    • L’Obbitu Village garantisce al minore residente tutta l’assistenza necessaria alla sua crescita e formazione: alloggio, vitto, vestiario, sanità, scuola. Viene accudito da tutori nelle figure di: una madre, una zia ed un padre del villaggio a lui quotidianamente dedicati.

Progetto assistenza sociale

  • È rivolto prevalentemente alle persone anziane, sole ed indigenti; ma è aperto a chiunque. Risponde ai bisogni personali che variano da interventi una tantum (acquisto porte, fnestre, protesi sanitarie, …) fino a un costante sostegno alimentare mensile.

Progetto-Studenti

  • Il beneficiario, secondo le necessità individuali, usufruisce:
    • di una borsa di studio, comprensiva di rette scolastiche e poket many, che lo accompagna, se meritevole, fino alla fine del percorso formativo scelto; incluso il corso di laurea.
    • della residenza in colleggio presso la scuola scelta.

Progetto Vocational

  • Dedicato ai minori che, terminato il ciclo scolastico obbligatorio, non sono interessati a proseguire gli studi. Il Progetto, ancora agli albori, si prefigge di offrire al giovane la possibilità di un inserimento lavorativo a lui più consono. Il Progetto-Sololo offre la possibilità di un vocational in pastorizia tradizionale, agricoltura, meccanica, manutenzioni , computer, accoglienza alberghiera.

Progetto Farmaci per patologie croniche

  • Finalizzato a garantire la continuità di trattamento a persone portatrici di patologie croniche che andrebbero incontro a gravi conseguenze se fossero obbligati a discontinuare i trattamenti. Questo talvolta può accadere per la carenza di forniture ai dispensari di zona. Inoltre provvede a reperire farmaci non in carico al servizio sanitario nazionale.

 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: