Stefano Parmesani
29 dicembre 2017 · Selvino ·

 Nelle mie tre discese a Laisamis Kenya a fine anni ’80 con Paolo Deca De Carli, Nuccio Cacopardo, Luca Bollini e tanti altri ragazzi conobbi il Dr Pino Bollini e la sua bellissima famiglia. Ricordo un grandissimo uomo appassionato che dirigeva l’ospedale con sapienza e dedizione . Un pomeriggio ci portò col Land Rover in un villaggio Samburo per conoscere “gli anziani” della tribù. Portai la chitarra con me; vidi gli occhi sgranati dei bimbi che toccavano le corde dello strumento mai visto prima. Gli anziani cucinarono la capra per noi. Fu un grande onore cenare con loro verso l’imbrunire. Ricordo perfettamente come fosse qui ora il timbro della voce del dr Bollini. Un vocione con accento romano e una simpatia smisurata. Grazie Pino per quello che ancora fai, grazie per quello che mi hai insegnato.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: