Il “Progetto-Sololo” è un “contenitore” di tanti “Progetti-Mattone” che, sommandosi, lo costituiscono.

sololo

assemblea anziani

Il “Progetto-Sololo” (scheda-info-2017) “Progetto Sololo” è nato per iniziativa dell’assemblea degli anziani della comunità locale con l’intento di “prevenire il fenomeno dell’abbandono minorile attraverso la promozione e il rafforzamento dell’istituto della famiglia allargata”.

In sostanza il “Progetto-Sololo”, tramite una serie di piccoli “progetti-mattone”, ha l’ambizioso intento di sostenere il minore accompagnandolo dai suoi primi momenti fino a essere un ragazzo pronto per entrare nell’arena della vita.

Cipad

operatori del Progetto-Sololo

In questi anni di collaborazione, favorita la nascita di CIPAD, di concerto con le autorità tradizionali e istituzionali del distretto di Sololo, si è puntato al rafforzamento delle condizioni di vita delle famiglie indigenti con minori vulnerabili in carico.

Il  rafforzamento è avvenuto e avviene tutt’oggi attraverso queste linee di intervento: Standard Service di base + Servizi Personalizzati con un programma nutrizionale, – un programma pediatrico sanitario di base, – la promozione dell’accesso all’istruzione rimuovendo le barriere economiche che impediscono il percorso di studi ai minori indigenti, – la gestione di strutture di accoglienza, – servizi sociali a sostegno degli anziani soli e/o che necessitano di assistenza farmacologica per le patologie croniche.

(Roles and reponsibilities staffs)

Cipad

operatori del Progetto-Sololo

Il “Progetto Sololo” è iniziato nell’epoca in cui l’HIV/AIDS letteralmente falciava le giovani vite del distretto di Sololo, favorendo così l’esponenziale crescita del numero di orfani. Il tradizionale sistema di affido dei minori, che prevede la presa in carico da parte della famiglia dello zio più vicino, è così andato presto in crisi, specie tra i nuclei famigliari allargati privi di un reddito stabile.

Cipad

operatori del Progetto-Sololo

Da qui la “chiamata” dell’assemblea degli anziani – preoccupati per il futuro delle giovani generazioni – per coinvolgere CIPAD e i propri partner italiani in un’iniziativa che favorisse certezze di crescita per i bambini Borana evitandone lo sradicamento dal proprio contesto culturale di origine.

Cipad

operatori del Progetto-Sololo

Agli albori il progetto sosteneva 12 famiglie individuate sul territorio in stato di completa indigenza e con minori vulnerabili in carico. A distanza di dieci anni il “Progetto Sololo” ha ampliato il numero dei propri beneficiari, coinvolgendo oltre 113 famiglie, nelle attività di affido e crescita dei minori nel proprio contesto tradizionale .

Cipad

operatori del Progetto-Sololo

In queste 113 famiglie vivono 400 minori identificati quali orfani e/o in condizioni di vulnerabilità a favore dei quali il “Progetto Sololo” rivolge oggi le proprie attività di sostegno.

A tutt’oggi a Sololo non esiste il fenomeno dei “ragazzi di strada”, presente già da anni a Moyale e Marsabit.

I risultati del “Progetto Sololo” nel tempo hanno infatti dimostrato che il sostegno domiciliare alle famiglie indigenti rappresenta allo stato dei fatti l’unica certezza, per il bambino vulnerabile del distretto di Sololo, di crescere in condizioni psico-fisiche accettabili.

clinica mobilePFL, organizzazione locale che cura la componente sanitaria del “Progetto Sololo” è direttamente finanziata da CIPAD NGO in loco, attraverso i fondi resi disponibili da Mondeco Onlus e i fondi raccolti in Kenya dalle organizzazioni stesse.

L’attività realizzata da CIPAD grazie a Mondeco Onlus ha consolidato forti sinergie con le autorità governative, tradizionali e istituzionali, con il comune intento di realizzare la cooperazione internazionale attraverso l’autoaffermazione di un’organizzazione locale affidabile e trasparente; unico attore in grado di valutare i problemi del territorio e ideare e gestire risposte efficaci e sostenibili nel tempo.Distribuzione aiuti

L’Associazione Mondeco, tramite volontari italiani e tramite un rappresentante locale, è presente sul campo di intervento tutto l’anno, da ormai 10 anni. Ruolo fondamentale di Mondeco Onlus è la supervisione generale del “Progetto Sololo” sia per quanto riguarda gli aspetti della qualità del lavoro volto da CIPAD che per quanto concerne la rendicontazione economica e delle attività ai donatori in Italia.

Mondeco Onlus promuove inoltre viaggi conoscitivi per i propri volontari durante il periodo estivo, ospitando i visitatori nella guesthouse all’interno del quartiere di case famiglia “Obbitu Children Home” di Sololo

“Progetto-Sololo” (presentazione in PP)

“Aggiornamenti – Ultime dai Progetti”


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: